LA TANA
tratto da “Ettore Fenderl – Un pioniere della radioattività. Della Dott.ssa Loredana Imperio”

… Il 7 ottobre 1936 “Fenderl comm. Dott. Ettore fu Giulio, possidente, nato a Trieste, domiciliato a Roma e residente a Vittorio Veneto, il quale agli effetti di quest’atto elegge domicilio in Vittorio Veneto presso il geom. cav. Erminio Cortuso (via Cavour 12)” acquistò dalla Banca Cattolica del Veneto, Società Anonima con sede in Vicenza, gli immobili in Comune di Vittorio Veneto,Sezione C, Serravalle, Foglio XI, pervenuti ad essa venditrice in base al verbale d’asta e sentenza di vendita 19 aprile 1934 n°27 del Regio tribunale Civile e Penale di Treviso pronunciato contro il signor Croze Ottavio fu Ottavio.
Il Catasto terreni dichiarava che la proprietà era di ettari nove, are sessantuna e centiare cinquantasette (9.61.57), mentre nel catasto fabbricati erano compresi ettari due, are quarantasette e centiare ottanta (2.47.80)-
I fabbricati erano così descritti nel Catasto:
-Fornace laterizi di piani 2 vani 5;
-tettoia piani 1 vani 5;
-casa depositi attrezzi ed abitazione custode e falegnameria piani 3 vani 9;
-officina piani 1 vani 1;
-studio piani 1 vani 1;
Parte di questi immobili fu demolita dalla Banca e quanto vi era all’interno fu asportato.
Sulla proprietà “restava una casa colonica, con tettoia e stalla e la casa di civile abitazione col fabbricato ad essa unita dal lato di mattina, con adiacenza, la tettoia connessa dal lato di meriggio, la portineria e l’officina del fabbro”. …

… Nel 1939 l’ingegnere fece innestare 77 castagni e comperare, nel 1941, 50 viti e nel 1942 altre 94 viti, 25 gelsi e 4 meli. Vi erano anche alberi di fichi. Nel 1943 nella tenuta di Fenderl si dette inizio ad un allevamento di bachi da seta. …

… L’ingegnere si stabilì alla Tana solo nell’autunno del 1943, abbandonando Roma a causa della guerra. …

… Nel 1945 la casa e la tenuta dell’ingegnere verranno danneggiate in maniera grave e lo possiamo comprendere dalle note scritte in merito da Fenderl:
-Domenica 4 febbraio 1945, ore 15 e ¼ mitragliamento sulla strada;
-Domenica 11 febbraio, ore 1 e ¼ di notte, 14 mine a 50 metri;
-Domenica 18 febbraio 1945, ore 9 e ¼ di mattina, cataclisma, bombardamento della casa;
-Mercoledì 21 febbraio 1945 ore 16, seconda incursione, una bomba a 2 metri e mitragliamento della casa;
-23 marzo 1945 ore 16.00. Distruzione completa della Tana con bombe da 200 Kg., crateri di 20 m. di diametro, 4 morti e 7 feriti.
A causa della distruzione della Tana, Fenderl il 29 Febbraio 1945 andrà in affitto fino alla ricostruzione della stessa. …

… Agli inizi di febbraio del 1966 il figlio Flavio si trasferì definitivamente alla Tana. …

… Ettore Fenderl morì a Vittorio Veneto, nella sua Tana, il 23 novembre 1966. …

Oggi, la Tana, è la sede amministrativa della Fondazione Ettore e Flavio Fenderl.

ASCOPIAVE E' IL PRINCIPALE SOSTENITORE DELLA FONDAZIONE FENDERL

Fondazione Ettore e Flavio Fenderl

Fondazione Ettore e Flavio Fenderl

Istituto Pubblico di Beneficenza.

CODICE FISCALE 93004160268

© 2018 DHD CONSULENCE

SOSTENITORI

INFORMAZIONI

Cookie
Privacy Policy
Albo Pretorio
Contatti

CODICE FISCALE 93004160268